Case Study
Enetec Ecoform

Sviluppo Smart Home con servizi IoT di Amazon Web Services

Dai dispositivi IoT allo smartphone dell'utente, passando per il Cloud

IoT con Amazon Web Services enetec Ecoform

Progetto ed esigenze

Enetec Ecoform, leader nella creazione e implementazioni di soluzioni di riscaldamento e raffrescamento, ha avviato lo sviluppo di un termostato intelligente ad uso domestico.

Tale lavorazione prevedeva, da un punto di vista informatico, lo sviluppo di un'intera piattaforma in grado di supportare i termostati a tutti i livelli: sia da un punto di vista gestionale (amministrazione, supporto tecnico) che di normale utilizzo (clienti) tramite smartphone.


Obiettivi del progetto

  • gestire in maniera sicura centinaia/migliaia di dispositivi a livello IoT
  • gestire dati e comunicazioni dal dispositivo agli smartphone
  • mantenere i costi infrastrutturali ridotti e predicibili


Componenti necessarie

  • funzioni IoT in grado di garantire comunicazione e sicurezza
  • componenti backend e frontend in grado di comunicare
  • funzioni di controllo della piattaforma e dell'infrastruttura

Ecosistema IoT

La scelta di AWS ha permesso di accedere a diversi servizi managed indispensabili per il progetto.

In primo luogo il servizio Amazon IoT ha permesso di gestire ogni singolo termostato come una entità dell'infrastruttura cloud in grado di gestire in maniera autonoma e sicura i propri dati e la comunicazione con il resto dell'infrastruttura cloud.

La gestione dei singoli dati e comandi (temperature riscontrate, impostazioni di riscaldamento, accensione del raffrescamento...) è stata così veicolata ad altre componenti infrastrutturali come servizi di code e notifiche, funzioni serverless e storage scalabile, unitamente ad un impianto API in grado di fornire un'interfaccia comune ai dispositivi di frontend, cioè applicazioni mobile e aree gestionali.

Tracciamento IoT

Il servizio AWS IoT ha permesso di trattare ogni dispositivo (termostato) come un elemento connesso all'infrastruttura del cliente. I singoli dispositivi, autenticati tramite certificati on-board, sono stati così abilitati a comunicare in maniera sicura con un database privato per ogni termostato, database a sua volta collegato con specifiche logiche funzionali in grado di abilitare allarmi e instradare comandi al resto dell'architettura

Allo stesso modo, il sistema API utilizzato dagli utenti finali ha permesso ai clienti di inviare comandi al sistema in modo che venissero instradati attraverso l'architettura IoT al singolo dispositivo domestico.


Architettura IoT

  • Security con certificati on-board
  • Thing-Shadow per la gestione dello stato dei dispositivi
  • Trigger e rules automatizzate
  • Integrazione con Lambda, DynamoDB, SNS

Dall'Iot ai Frontend Ibridi

La fase più intesa di sviluppo ha visto anche la realizzazione di una serie di applicativi di frontend destinati a diverse utenze.

Da un lato è stata realizzata un'area gestionale web based (su tecnologia Angular) integrata con le API del sistema e utilizzata di diversi ruoli amministrativi del sistema (manager, seller, support).

Dall'altro sono state realizzate due diverse applicazioni mobile (iOS e Android) destinate ai consumatori finali, cioè i singoli proprietari dei termostati. Queste applicazioni sono state sviluppate con tecnologia ibrida (Ionic Framework), permettendo cosi di unificare lo sviluppo mobile in un solo flusso di codice debitamente deployato per le diverse piattaforme, con conseguente enorme risparmio di tempo e investimento per la realizzazione.